//
stai leggendo...

Sociale

Non restiamo indifferenti

Una delle cose che mi spaventa di più dell’attuale società, è l’indifferenza.

L’indifferenza è individuale, quindi siamo tutti indifferenti a qualcosa, ma l’indifferenza

verso temi che hanno a che fare con l’essere umano, mi fa pensare, e non dovrebbe esistere in nessuno di noi. Ecco perché porto degli esempi di indifferenza, proprio su temi che riguardano la nostra esistenza.

Mi domando spesso, perché quando ci s’incontra al bar tra amici, o una sera per una pizza, o in altre occasioni di relazione, non ci sia nessuno (io compreso) che parli della povertà, che costringe esseri umani a una vita non vita, (in altri modi non riesco a definirla), non si discuti almeno delle cause che portano queste popolazioni, a esistenze così indescrivibili, non si cerchi di mettere in luce, e non si diffondano, le cause che costringono questi popoli a vivere in povertà.

Parliamo di sport, viviamo di calcio, di formula 1 ecc. viviamo di spot pubblicitari, che ci fanno sognare e ci illudono che nella vita ci sia solo benessere per tutti, che il mondo sia incontaminato. Pensiamo alla nostra crociera, pensiamo ad abbellire a dismisura le nostre case, ma siamo indifferenti verso il degrado del nostro ambiente, verso i servizi sociali sempre più precari, verso chi non trova lavoro, verso malattie che non si curano per il volere delle case farmaceutiche e di chi ne trae profitti.

E che dire dell’indifferenza di chi ci governa? si arricchiscono senza dare contributo alcuno per il bene del paese, di anno in anno, l’unico motivo di impegno, e quello che dedicano al mantenimento o al raggiungimento delle cariche più alte, senza pensare a progetti, che siano utili alla società, sono impegnati a intrecciare relazioni, che permetta loro di trarre vantaggi personali, anche se dovessero danneggiare intere società e ambiente.

Si, credo, che a fare paura sia proprio questa silenziosa indifferenza, verso tutto quello che non si colleghi al benessere personale, ma così forse, pian piano ci stiamo allontanando da un’esistenza confortevole, stiamo perdendo ogni valore, e perderemo anche il nostro pianeta, quando,

nell’indifferenza di tutti, finirà per essere distrutto, da chi ha pensato solo ad arricchirsi con le cose di tutti, petrolio, oro, acqua, aria,

Ci saranno dei nuovi poveri tra i poveri, ci saranno i nostri figli, forse pieni di soldi ma poveri, senza valori per cui vale la pena vivere, e un pianeta contaminato e invivibile.

Nel frattempo, restiamo pure indifferenti da ciò che potrebbe turbare le nostre coscienze.

Pensiamo alle nostre amate settimane bianche, alle nostre crociere tra i lussi più sfrenati,

e non perdiamoci i consigli dei media, su quali blasonati marchi dobbiamo acquistare per essere persone che contano.

 

Discussion

One Response to “Non restiamo indifferenti”

  1. Grazie Luenjok, per aver avuto il coraggio di parlarne. L’indifferenza è quel male che ci avvolge senza che ce ne accorgiamo, rischiamo di esserne portatori sani e peggiorare la condizione di tutta la società.
    Approvo completamente ciò che dici… e mi piacerebbe sapere quanti sono quelli che sentono la stessa cosa dentro di loro.
    Scriviamoci… parliamoci… anche in questo consiste la battaglia all’indifferenza.
    Un saluto
    Alessandro.

    Posted by Alessandro | 25 gennaio 2013, 19:13

Post a Comment

Argomenti

Online

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N. 62 del 02.03.2001. L'autore (o il sito) non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da Internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via mail. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazione nel tempo.