//
stai leggendo...

Ambiente

Aprile 2014: il mese più inquinato della storia umana

 

anidridecarbonica

Anidride carbonica oltre la soglia delle 400 parti per milione e in modo costante. Questo il livello medio di gas serra che fa di aprile 2014 il mese più inquinato della storia umana, secondo “Climatecentral.org”, facendo presente che il livello è rimasto per tutto il mese oltre tale soglia.

Pieter Tans, scienziato del clima alla National oceanic and atmospheric administration (Noaa), una costola del dipartimento del commercio Usa, ha sottolineato che “ogni giorno nel mese di aprile è stato di oltre 400 ppm”.

 Secondo gli esperti le concentrazioni di CO2 dovrebbero quasi sicuramente rimanere al di sopra delle 400 ppm a maggio e forse anche a giugno, per poi tornare a scendere sotto questo livello a luglio. Per Tans il picco dovrebbe arrivare a maggio raggiungendo circa 402,5 ppm, e cominciare così a diminuire.

Il rischio potrebbe essere però che dopo anni di accumuli, i livelli potrebbero restare sopra le 400 ppm anche in autunno finendo per rimanere oltre tale limite per tutto l’anno. La prima misurazione oltre le 400 ppm è stata rilevata il 9 maggio del 2013. Nel 2014 invece la soglia è stata superata due mesi prima, ed è rimasta oltre questo livello in modo costante dall’inizio di aprile.

Il motivo è che ogni anno, spiegano gli esperti, l’atmosfera attraversa un ciclo di livelli di anidride carbonica che si innalzano in base all’influenza delle stagioni: aumentano in primavera e in inverno, raggiungendo il picco a maggio con la fioritura delle piante; di qui in poi, grazie alla fotosintesi, le piante contribuiscono a ‘succhiare’ CO2 e i livelli diminuiscono. La misurazione della CO2 in atmosfera è monitorata da un sito sul vulcano Mauna Loa alle Hawaii.

 

http://www.blitzquotidiano.it/ambiente/aprile-2014-mese-piu-inquinato-della-storia-anidride-carbonica-oltre-la-soglia-1852585/

 

Discussion

No comments yet.

Post a Comment

Argomenti

Online

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N. 62 del 02.03.2001. L'autore (o il sito) non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da Internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via mail. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazione nel tempo.